Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies. Ok

Piatti tipici piemontesi

PIATTI TIPICI PIEMONTESI

Il Piemonte è una regione caratterizzata dalla montagna, tanto da fare parte del nome: Piemonte significa ai piè del monti. Il paesaggio piemontese è molto variegato, tra le vette delle montagne, le colline, pascoli e terrazzamenti. Senza contare la presenza del fiume Po che nasce sul Monviso. I piatti tipici piemontesi si rispecchiano in questo paesaggio variegato ed è per questo che viene considerata una delle regioni più interessanti a livello enogastronomici. Il Piemonte produce numerose varietà di formaggi,  è famoso per le nocciole e il cioccolato, il vino e ha piatti caldi e corposi con aglio e acciughe, ha carni marinate e cotte nel vino e per ultimo ma non per questo meno importante il tartufo. Torino capoluogo della regione vanta di essere la patria di prodotti come il cioccolato, di paternità piemontese. Per la prima volta a Torino venne trasformata la cioccolata calda in barrette di cioccolato separando il burro di cacao. Un altro prodotto tipico di Torino è il vermout inventato da Benedetto Carpano. 

Vediamo  in particolare i piatti tipici piemontesi, il Piemonte a Tavola!

ANTIPASTI:

 

  • Acciughe al bagnetto rosso: è un piatto di difficoltà bassa, senza cottura. E’ a base di acciughe con il bagnetto rosso, tipica salsa piemontese usata per accompagnare il bollito. Il bagnetto si prepara con rubra di pomodoro, aglio, capperi e olio. 

  • Acciughe al bagnetto verde:  é un piatto di difficoltà bassa che non prevede cottura. E’ a base di acciughe con la tipica salsa di bagnetto verde che si usa per accompagnare il bollito. Il bagnetto si prepara con prezzemolo tritato, aglio, mollica di pane intriso di aceto e olio.

  • Bagna Cauda: difficoltà media, cottura circa 40 minuti. Salsa servita bollente tipicamente piemontese in cui si intingono verdure crude o lesse. Viene fatta con olio, acciughe e aglio. 

  • Cipollata rossa monferrina: piatto di difficoltà bassa, senza cottura. Gli ingredienti principali di questo antipasto sono le cipolle, peperoni , peperoncino e limone il tutto frullato. In seguito si aggiunge una robiola fresca per arrivare ad una crema che verrà tenuta in frigorifero fino al momento dell’uso.

  • Cipolle ripiene di carne: difficoltà media con cottura di 45 minuti. fare lessare le cipolle e scavarle. In una terrina unire la carne macinata di vitello con la polpa delle cipolle con trito di erbe aromatiche, dopo di che farlo rosolare in padella. Impastare il composto di carne con pangrattato, uva sultanina, parmigiano grattugiato e 2 uova. Mettere tutto nelle cipolle scavate e far cuocere al forno.

  • Crostini con fonduta ai tartufi: difficoltà media, tempo di cottura 25 minuti. Preparare la fonduta di formaggi fatta con fontina affettata, tuorli e latte. tagliare il pane a fette, versare sopra la fonduta e cospargerla con fettine di tartufo.

  •  Insalata di carne cruda: bisogna acquistare carne di ottima qualità, ben frollata e freschissima. Tagliare uno spicchio d'aglio e versare insieme in una ciotola dell'olio extravergine d’oliva, unire con mezzo limone e un pizzico di sale. Versare la salsa sulla carne e lasciare insaporire per un’ora in frigorifero.  

  • Insalata di carne cruda con tartufo: mettere la carne cruda già nei piatti, condire con limone e olio. Fare delle piccole scaglie di grana e disporle sopra, insieme a lamelle di tartufo. 

  • Insalata russa: antipasto di media difficoltà, tempo di cottura 5 minuti. Antipasto fatto con verdure e maionese. Tagliare a cubetti piccole le verdure e sbollentarle, preparare la maionese ed unirla alle verdure. Decorare la superficie con spicchi d’uovo sodo. 

  • Lingua in bagnetto verde: piatto di alta difficoltà, tempo di cottura 2 ore. Cuocere la lingua per due ora in una pentola con abbondante acqua, cipolla, sedano e chiodi di garofano.  Spellare la lingua ancora calda. Preparare il bagnetto verde (come detto in precedenza) e metterlo sopra la lingua tagliata a fettine sottili. 

  • Lumache alla piemontese: piatto di bassa difficoltà con tempo di cottura di 35 minuti. Sciacquare le lumache, infarinatele  leggermente. Cuocere le lumache in olio con cipolle, sfumare con vino bianco, dopo di che peparle e salate.Cuocerle per 25 minuti decorare il piatto con spicchi di limone.  

  • Patè di coniglio: antipasto di difficoltà media, tempo di cottura 45 minuti. Tagliare a dadini il coniglio e la lonza di maiale. Cuocere il coniglio, la lonza e il lardo. Frullare il tutto con prosciutto a dadini. ricoprire il tutto con la gelatina e lasciare riposare.

  • Peperoni e acciughe: antipasto di bassa difficoltà con tempo di cottura di 30 minuti. Servire i peperoni caldi con le acciughe, come antipasto di verdure. 

  • Uova ripiene:  bassa difficoltà di preparazione, tempo di cottura 10 minuti. Fare rassodare le uova, sbucciatele e tagliatele a metà. Togliere delicatamente il tuorlo e unirlo ad acciughe, grana e olio. Farcire le uova e decorare a piacere. 



PRIMI PIATTI:

  • Agnolotti alla piemontese: preparazione per gli agnolotti di alta difficoltà con tempo di preparazione di 1 ora e 20.  

  • Agnolotti al tartufo: difficoltà di preparazione alta. All'interno del ripieno degli agnolotti oltre al ripieno classico si mette anche il tartufo. 

  • Agnolotti di spinaci: livello di difficoltà di preparazione alta. A differenza degli altri agnolotti questi sono di magro, ripieni con spinaci e ricotta. 

  • Lasagne alla maniera delle Langhe: Difficoltà media, tempo di preparazione 1 ora. Preparare la pasta per le lasagne, il ripieno viene fatto con funghi e salsiccia al pomodoro. Disporre gli strati con sopra formaggio grattugiato. 

  • Maltagliati di porro all’albese: dopo aver preparato i maltagliati, far rosolare i porri e unite la panna.  Scolate la pasta al dente e fatela saltare in padella con i porri e la panna, amalgamate con il grana grattugiato.

  • Tajarin con fegatini e pomodoro: dopo aver preparato i tajarin, cuocere i fegatini in una teglia con olio cipolla e rosmarino. Dopo averli ben rosolati unire la polpa di pomodoro, cuore fino ad ottenere una polpa densa. Scolate i tajarin e porli nella pentola con il sugo e farli saltare con un po’ di grana grattugiato.

  •  Tajarin langaroli: dopo aver preparato i tajarin, lavare i porcini e fateli cuocere in padella con soffritto e timo. Salate, pepate e bagnate con il marsala. Unite la polpa di pomodoro e fate cuocere. Scolate i tajarin e fateli condire con il sugo. 

  • Tajarin trifolà alla moda d’ Alba: dopo aver fatto i tajarin, fate fondere una noce di burro in un tegame, unitevi l'aglio e salvia. Scolate i tajarin, conditeli con burro aromatizzato e spolverizzate di grana grattugiato. Distribuite sulla pasta il tartufo tagliato a lamelle sottili. 

  • Riso in cagnon: Cuocere il riso al dente e poi disporlo in una terrina con la toma piemontese tagliata a dadini, amalgamare il tutto e poi far saltare in un tegame con il burro fuso. 

  • Risotto al barolo: fate  tostare il riso in una casseruola con cipolla, porro e burro. Bagnate con il Barolo e quando sarà parzialmente evaporato aggiungete un mestolo di brodo di carne. Quando il riso sarà cotto mantecate il tutto con il burro. Da servire eventualmente con il grana grattugiato. 

  • Risotto al castelmagno:  tostare il riso in una casseruola con cipolla, porro e burro. Bagnate con il vino e quando sarà parzialmente evaporato aggiungete un mestolo di brodo. Mantecate con il burro e il castelmagno a scaglie. Imburrate una teglia e passate il riso in forno già caldo a 180° gradi per 10 minuti.

  • Risotto alla piemontese: risotto fatto con pollo, salamino,sedano e carote. Mantecato con burro e grana grattugiato. 

  • Gnocchi alla bava:  preparate gli gnocchi, versate in un tegame la panna e unitevi la toma e la fontina tagliate a cubetti. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Cuocete gli gnocchi finchè non vengono a galla e conditeli con la crema di formaggio. 

  • Ravioli del plin: preparazione dei plin difficoltà alta. Dopo aver fatto i plin si possono condire a piacere. Cospargerli con  grana, condirli solo con burro, parmigiano e salvia o con sugo d’arrosto.



SECONDI PIATTI: 

  • Caponet: difficoltà media, tempo di cottura 30 minuti. Scottare le foglie di verza e asciugatele. Fate cuocere la carne e il salame e tritate tutto. Unire all'impasto le uova con noce moscata, mettere nelle foglie di verza e fatele dorare in padella. 

  • Coniglio con i peperoni: piatto di difficoltà media, tempo di cottura 2 ore.  Viene fatto dorare il coniglio con e cuocere in un tegame con grasso di prosciutto, arrivato a cottura si aggiungono i peperoni, cotti in precedenza alla griglia, e una salsa dii acciughe. 

  • Rolata di vitello: difficoltà bassa, cottura 1 ora circa. Stendere la carne di vitello battuto su un piano, tritare aglio rosmarino e salvia. Distribuire il prosciutto sulla carne e profumate con il trito aromatico. Arrotolate la carne e chiudetela con lo spago. Rosolate e fate sfumare in una casseruola, bagnatela con il prodotto e fatelo cuocere. 

  • Spezzatino con patate alla piemontese: difficoltà bassa, tempo di cottura almeno 2 ore. Tagliare la carne a piccoli pezzi, sbucciate le patate e tagliatele a dadini. Cuocere il soffritto, aggiungere la carne di vitello, nella cottura aggiungere la salsa di pomodoro. Unite le patate e mescolate spesso. 

  • Vitello tonnato alla piemontese: difficoltà media, tempo di cottura 1 ora. Fate rosolare la noce di vitello, salatela, pepatela e bagnatela con il vino. Voltate spesso la carne e bagnatela con acqua tiepida. Versate in un terrina tuorli d’uovo, succo di limone, sale, pepe olio extravergine. Schiacciate il tonno, aggiungete acciughe e capperi e frullate insieme con la salsa preparata prima. Tagliate a fette la carne e mettete sopra la salsa tonnata.

  • Bollito misto alla piemontese: difficoltà media, tempo di cottura 45 minuti. Mette in una pentola tutte le carni e copritele con acqua. La carne che viene usata è: lombo di bue, tacchinella giovane, pollo, testina di vitello, zampetti di maiale e la lingua. Mentre cuoce la carne, preparare il bagnetto rosso e il bagnetto verde che si mangeranno insieme alle carni una volta cotte. 

  • Brasato di manzo al Barolo: Ponete in una pirofila la carne di manzo con una cipolla, carota,e del sedano. Unire le foglie di alloro, grani di pepe e fate marinare la carne per 12 ore. Passato il tempo di marinatura fate rosolare la carne, unite il vino della marinatura e fate cuocere per tre ore. 

  • Coda di bue alla piemontese: tagliate la coda a tocchetti, lasciate spurgare per due ore in acqua fredda  Tritare carote, sedano e cipolla e aggiungete i tronchetti di coda in una casseruola, bagnate con il vino rosso e fate cuocere per tre ore. A cottura ultimata unite il burro e la farina in modo da addensare il sugo facendolo cuocere per altri 10 minuti.

  • Fritto misto alla piemontese: ridurre la carne e piccoli pezzetti. Le carni che vengono usate sono: fegato di vitello, fettine di vitello, cervella,costolettine di agnello. Passate tutte le carni nella farina. Infarinate gli amaretti e fate bollire l’acqua con la semola e zucchero. Quando il semolino si sarà addensato tagliatelo a rombi. Passate nella farina gli amaretti e il semolino. Friggette tutto in abbondante olio caldo.

  •   Trippa: lavate bene la trippa e fatela bollire. Preparate il soffritto e cuocete insieme la trippa, sfumate con il vino e unite la polpa di pomodoro. 

DOLCI:

  • Bonet: sbriciolate finemente amaretti e savoiardi e mescolateli con il latte. In una terrina unite uova, zucchero e cacao. Unite i composti e mettetelo nello stampo e cuocete a bagnomaria.

  • Panna cotta: mette i fogli di colla di pesce in una ciotola d’acqua. Versate la panna in una casseruola, unite lo zucchero e la vanillina. Portate ad ebollizione. Togliete e aggiungete la colla di pesce e versate la crema in degli stampini. 

  • Pesche ripiene: lavate e dividete le pesche a metà. In una terrina mettete gli amaretti, albumi, cacao e zucchero. Mette il composto nelle pesche e fate cuocere al forno.

Condividi questo contenuto

Aggiungi un commento

 (con http://)

Cerca sul blog

I più venduti

Tags